MA LORO LO SANNO?

Ho visto le foto scattate negli spogliatoi del Napoli e non mi sembra, francamente, che Napoli e Sampdoria (tantomeno il Liverpool, la prossima settimana) siano a rischio di doversi cambiare nei “coach” che li porteranno al San Paolo.

E allora, a chi ha giovato “l’esternazione” di Carlo Ancelotti?

Sicuramente non alla squadra che, dopo la beffa subita a Torino per un autogol subito in pieno recupero, deve ricominciare a macinare gioco e vittorie per tenere viva la fiammella della speranza di restare in scia della solita Juventus.

Men che mai le parole del tecnico azzurro possono far bene all’immagine della città, oggetto da sempre dello scherno di gran parte del resto del Paese per i soliti sciocchi ed odiosi luoghi comuni che la dipingono come icona del pressappochismo e dell’inconcludenza.

Fondamentalmente la denuncia di Carlo Ancelotti non serve nemmeno a lui perché ne vien fuori l’immagine di un uomo che, pur essendo sempre stato un aziendalista dichiarato, ora si presta alla strumentalizzazione in una “guerra” tra club ed ente proprietario dello stadio che non sembra aver pace ma, anzi, si rigenera con fiammate improvvise (proprio come quella di ieri – e ci sarebbe una convenzione da firmare…).

Il tutto in una giornata nella quale il patron azzurro torna a rilasciare interviste, non lesinando frecciatine alla tifoseria che non corre ai botteghini ad abbonarsi.

La frattura c’è e si vede (e si alimenta di “nuova linfa”, purtroppo). Frattura tra società e una frangia della tifoseria lungi dall’essere minoritaria. Frattura tra società e Comune di Napoli, entrambi “rei” di non saper comunicare tra loro se non a mezzo stampa (con tutte le conseguenze negative del caso).

E noi tifosi siamo qui, fondamentalmente soddisfatti di una campagna acquisti sicuramente diversa dalle precedenti dell’era De Laurentiis (e gliene diamo atto), ma increduli nel constatare quanto le diatribe, i rancori, le parole inopportune possano minare continuamente la serenità dell’ambiente azzurro, rischiando di “rompere il giocattolo” in qualsiasi momento.

Così non si va da nessuna parte.

Ma loro lo sanno?

Giulio Ceraldi

#ForzaNapoliSempre

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.