ATTORI E COMPARSE

Come già ho avuto modo di scrivere, non ho affatto apprezzato i fischi di una parte del pubblico all’indirizzo di Lorenzo Insigne durante la sua sostituzione. L’ho trovato un gesto vile (sì, vile ndr), stupido e tremendamente inopportuno. Il volto e l’atteggiamento di Lorenzo, nel rifiutarsi di sedere in panchina, davano la misura di quanto lui fosse arrabbiato con sé stesso per non aver inciso, come avrebbe voluto, nella gara. Il tutto ancor prima del disappunto per il trattamento riservatogli.

Non ho approvato il comportamento di chi ha contestato il presidente Aurelio De Laurentiis. Si può contestare chicchessia ma non durante i novanta minuti di una partita (qualsiasi partita, men che mai un match da dentro o fuori). Quelli sono sacri e vanno dedicati interamente a sostenere la squadra, senza sosta ed al di là del risultato.

Altrettanto disgustoso è stato il far passare i fischi al capitano come un cadeau (un regalo ndr) delle curve. Nulla di più falso e manipolato. I fischi sono arrivati dai “settori bene” del San Paolo. Probabilmente proprio da quei tifosi definiti (proprio dalle curve) occasionali. Ossia coloro che vanno allo stadio soltanto nelle grandi occasioni ed hanno un’idea del tifo molto legata al risultato.

Insomma, ancora una volta il problema è “politico”. Di schieramento. Da una parte i “Guelfi” pro-dirigenza. Dall’altra i “Ghibellini” anti-Adl, che sostengono quanto l’unico obiettivo di Aurelio De Laurentiis sia quello di monetizzare e non di vincere.

E, in tutto questo turbinìo di posizioni, schieramenti, boicottaggi e contestazioni il Napoli sembra assurgere al ruolo comprimario di semplice mezzo, scusa per poter dare libero sfogo alle più basse frustrazioni. Un po’ com’è in politica, no? E intanto il Paese va a puttane.

Buona Pasqua!

Giulio Ceraldi

#ForzaNapoliSempre

4 pensieri riguardo “ATTORI E COMPARSE

  1. Sono un “Guelfo” da sempre, da quando un essere insperatamente nel vuoto più nero che ci possa essere è venuto a salvarci investendo dove la grande imprenditoria stanziante locale faceva finta di non vedere e capire e qui a Napoli nessuno ha evitato l’estinzione e la serie C( causata dal vostro Amato Ferlaino).
    Quindi chi mi ha aiutato io non l’offendo e/o disprezzo e poi se questo sa fare anche bene il suo lavoro e ci porta per anni a questi livelli mai visti a Napoli a meno dei 3/4 anni Maradoniani, sono più che soddisfatto.
    Poi se i Ghibellini sanno solamente vedere cosa è diventato ora il Calcio Napoli e non il lavoro fatto e soprattutto quello programmato. Credo che questo derivi solamente dalla INVIDIA
    IO NON VOGLIO PIÙ VEDERE UNA SOCIETÀ CALCIO NAPOLI DISORGANIZZATA E CHE FALLISCE
    PS: per insigne trovo forzato il termine Vile ma approvo l’inopportunità del momento. Ma figurativamente giusto.
    Per conto mio, lui il Lorenzo “Napoletano” non ha mai dato idea di essere della stessa pasta di Hamsik ( o di un Totti ) lui ad un certo punto sella carriera invece di continuare a lavorare e a incrementare l’umiltà ha fatto l’opposto. Con il contratto in corso da 2 milioni e mezzo netti si mise in testa di essere già un “Top Player”( Messi, Ronaldo, Higuain, ecc..) e ci ruppe il..l’ambiente proprio mentre Milik si era infortunato non aiutando la squadra in palese difficoltà.
    In definitiva per mio conto è sopravvalutato e non ha mai terminato la potenziale crescita per dirla in Napoletano “ è nù fasul sagliut”
    Forza Napulè Semp 💙💙💙
    Antonio 1962

    "Mi piace"

    1. Antonio,
      Rispetto il tuo pensiero.
      Ma il punto per me è proprio questo.
      Personalmente non sono né Guelfo e né Ghibellino. Non tifo De Laurentiis, non tifo contro De Laurentiis. Francamente me ne fotto di lui. I presidenti passano, i giocatori pure.
      Io tifo Napoli. E basta.
      Buona Pasqua!

      Giulio

      "Mi piace"

      1. Infatti continuate cosi
        E quando prima sarà NAPOLI BASTA perché saremo destinati a scomparire
        Scusami ma io non sopporto ancora di più chi non prende posizione mentre rispetto chi non la pensa come me
        È facile dire io tifo Napoli ma se si vuole continuare a poterlo tifare ci vuole qualcuno che si occupi di gestirlo al meglio delle massime possibilità esprimibili. E De Laurentis lo fa ad oggi al meglio anzi si è dimostrato un Top degno figlio della Campania

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.