MERITAVAMO LA VITTORIA

Se qualcuno avesse ancora qualche dubbio sulle qualità e la forza di questa squadra…beh, stasera è stato servito.

Il Napoli di Carlo Ancelotti fa vedere i sorci verdi al Paris Saint-Germain dei fenomeni in casa loro.

Due volte gli azzurri vanno (meritatamente) in vantaggio e due volte vengono raggiunti dai transalpini.

Primo tempo di chiara marca partenopea, con Insigne che alla mezz’ora pennella un perfetto pallonetto, su invito al bacio di Callejòn, che si deposita alle spalle dell’incolpevole Areola per l’uno a zero napoletano.

Prima del gol Mertens trovava la traversa sul perfetto invito di Mario Rui.

Possesso palla leggermente a favore degli azzurri (54 contro 46). Conto delle occasioni sostanzialmente in parità ma squadra italiana che merita tutto il vantaggio col quale va al riposo (e forse anche di più).

Ripresa che vede i parigini entrare col piglio rabbioso di chi vorrebbe spaccare il mondo, con le potenzialità che si ritrova, pur di depositare la palla in rete.

Il Napoli non si scompone e ribatte, colpo su colpo, tutte le folate offensive dei padroni di casa. Infatti il pareggio del PSG avviene in modo del tutto fortunoso. Meunier va sul fondo a crossare rasoterra, sull’out destro, senza alcuna presunzione di poter impensierire Ospina. Mario Rui non “legge” la situazione ed interviene in scivolata sulla palla deviandola quel tanto che basta per mettere l’estremo difensore colombiano fuori causa e dopositando la sfera in rete.

Con l’armata di fuoriclasse che i campioni di Francia si ritrovano là davanti è la segnatura più improbabile che ci si aspetti di vedere. Ma tant’è. L’importante è segnare.

Il Napoli non si scompone e mantiene ordine tra i reparti e fluidità di gioco. E il premio arriva.

Minuto 77. Fabián Ruiz, appena dentro l’area avversaria, tira in porta, Marquinhos, nel tentativo di marcare Mertens, si trova parzialmente sulla traiettoria del pallone quel tanto che basta per smorzarne la potenza ma creando fortuitamente l’assist perfetto per il belga che di collo destro la piazza a fil di palo alla sinistra del portiere avversario.

Stavolta sembra fatta. L’impresa è ad un passo. I padroni di casa sembrano aver esaurito la necessaria determinazione per riacciuffare il risultato e, pur continuando ad attaccare, non sembrano essere pericolosi come prima.

La differenza la fa l’arbitro che, dopo aver diretto in modo impeccabile gran parte dell’incontro, si inventa qualche decisione almeno discutibile e soprattutto un recupero di ben 5′ totalmente ingiustificato. Ed è al 93′ che arriva la rete del definitivo pareggio su prodezza balistica di Di Maria che nella ripresa si era fatto vedere davvero poco. Ma le stelle, si sa, sono così. Gli basta un guizzo, un attimo per giustificare i loro “costosi servigi”.

La mancata vittoria lascia l’amaro in bocca soltanto per un attimo. Il Napoli mette (davvero) paura ai parigini e la bolgia del San Paolo che aspetta il PSG tra soltanto due settimane non lascia intravedere nulla di buono per Cavani e compagni.

Ora siamo secondi a 5 punti. Primo è il Liverpool ad una sola distanza.

La qualificazione resta ampiamente alla nostra portata.

Questo Napoli è forte. È forte sul serio.

Giulio Ceraldi

#ForzaNapoliSempre

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.