E’ MEZZA CRISI

Alex Meret

Lo avevo scritto ieri e (purtroppo) mi ritrovo a doverlo affermare adesso.

E’ una mezza crisi, ormai, quella del Napoli di Ancelotti.

Una squadra partita con grandissime ambizioni che si ritrova a malapena attaccata all’ultimo vagone disponibile del trenino-Champions. Tutto questo dopo una manciata di giornate dall’inizio del campionato.

Ieri Carletto Ancelotti ha giocato la carta della disperazione schierando un malcelato 4-3-3 spacciandolo addirittura per un 4-1-4-1.

Ormai gli schemi si estraggono col bussolotto. Ma tant’è.

Per rivedere un Napoli così lento, compassato, abulico e sterile bisogna risalire addirittura ai tempi di Donadoni.

Non so più, francamente, se l’operato del tecnico su questo gruppo sia, allo stato dei fatti, di costruzione oppure di distruzione di quanto di buono questo gruppo portava con sé dalle stagioni precedenti.

Si è fatto di tutto per vendere Jorginho. Il regista, il faro, il distributore di palloni ed il punto di riferimento, la stella polare del Napoli di ieri e del Chelsea di oggi.

Oggi che il centrocampo annaspa nei dubbi dell’amletico Zielinski e schiavo delle paturnie di Allan e Ruiz.

Questa squadra, oggi, non può competere con chi ha il fuoco in corpo, con chi ieri sera a San Siro ha fatto vedere cosa voglia dire la parola intensità e, soprattutto, cosa significhi avere quel quid in più, quel connotato che a questo Napoli manca e che lo relega, almeno per ora a sguazzare nella propria mediocrità.

Giulio Ceraldi

#ForzaNapoliSempre

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.