PROVE TECNICHE DI CAOS

Avviso ai naviganti: questo è un cosiddetto “articolo di nicchia” e come tale ad alto rischio disinteresse generale.

Chi siamo, da dove veniamo e, più di tutto il resto, dove andiamo.

L’incredibile eco mediatica dei famigerati faretti rubati nei bagni della Curva A, nello Stadio San Paolo di Napoli, ha spazzato via in un attimo le sensazioni positive della vittoria schiacciante sull’Inter di domenica. Così. In un battito d’ali.

L’ondata di sdegno locale ha preparato il terreno per l’intervento del “vate” di Radio 24 (al secolo Giuseppe Cruciani ndr) che ha elargito con magnanimità merda in ogni dove ci fosse un barlume di napoletanità affiorante. Del resto del Paese non ne parlo neppure. Ormai siamo reciprocamente, se non altro dal punto di vista culturale, oggetti estranei.

Il masochismo, il pessimismo (ultra) cosmico, il senso di ineluttabilità. Tutti questi connotati “positivi” del nostro essere napoletani, sempre pronti, ultimamente, a randellarci i “gioielli di famiglia” in nome di un inconscio senso di inferiorità civica, hanno imperversato (e continuano, da qualche parte, in queste “sputacchiere pubbliche” chiamate social, ad imperversare) un pò ovunque.

Mai faretto, con la sua luce bianca ed effimera, riuscì, laddove altri, con ben altri argomenti fallirono.

E d’altronde (e non ultima), quale miglior occasione per i Guelfi pro-Adl di dare addosso ai Ghibellini delle curve. Gente, questi ultimi, evidentemente colpevole nella loro totalità (secondo gli altri) dei fatti accaduti e meritevoli dell’allontanamento a divinis dal loro habitat abituale. Le curve, appunto.

Ormai i nervi sono scoperti. Anche un battito d’ali di farfalla potrebbe provocare cataclismi (ogni riferimento all’Effetto Farfalla è puramente casuale ndr).

Poi a Roma, la madre di Zaniolo viene minacciata e derubata (per la seconda volta) e nessuno (oltre il figlio) dice niente. Così. Come nulla fosse.

Beh certo, vuoi mettere un Rolex e soldi con…sette faretti?!? Ma ché sei scemo!?!

Mah…

E la riflessione viene spontanea: ma addó c’arresecàmm’?!

Giulio Ceraldi

#ForzaNapoliSempre

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.