IL PUNTO SUL MERCATO (3) di Sergio D’Angelo

Continua incessante il duro lavoro in quel di Dimaro.
La ormai collaudata rosa a disposizione di Sarri, piano piano (ma non troppo), stà gettando le basi per una stagione che si preannuncia piena di aspettative. 

L’arrivo di Ounas ha portato un pò di allegria e di vitalità nel gruppo e ad ore si attendono gli ormai certi Mario Rui e Berenguer, due ottimi giocatori che sicuramente daranno un grosso contributo durante le fasi impegnative della stagione. 

C’è poi l’acquisto a sorpresa, preannunciato da  Aurelio De Laurentiis, che potrebbe essere la famosa ciliegina sulla torta. Leno, Berardi, Chiesa o il Papu Gomez. 

La mia senzazione è che potrebbe arrivare uno tra questi. Ma staremo a vedere. 

Resta il fatto che il terzo posto conquistato quest’anno, a soli 5 punti dalla Juventus, ha lasciato un pò di amaro in bocca, soprattutto in considerazione del fatto che si sono buttati via dei punti assurdi e che alla fine (quegli stessi punti) hanno fatto la differenza per la conquista dello scudetto. 

L’importante quindi sarà partire a mille fin da subito, senza lasciare punti importanti per strada. 

A tale proposito potrebbe essere una vera manna dal cielo il preliminare di andata di  Champions che il Napoli giocherà (15/16 agosto) a ridosso dell’inizio del campionato. 

Questo dovrebbe consentire agli azzurri di raggiungere una condizione ottimale proprio per l’esordio del 21 agosto. 

La riconferma di tutti i big stà in qualche modo facilitando il lavoro di Sarri che, con l’ausilio dei suoi fedelissimi droni, prosegue imperterrito il suo maniacale lavoro tattico. 

L’atmosfera è molto cambiata rispetto all’anno scorso, quando tutto l’ambiente era rimasto scioccato dal tradimento di Higuain, e gli umori erano tutt’altro che positivi. 

Quest’anno ci sono molti più sorrisi e, anche se non arriveranno grossi campioni con il mercato, c’è la consapevolezza che potrebbe essere l’anno buono per provare a vincere il terzo scudetto. Dopo quasi trent’anni. 

Ma guai a montarsi la testa ed a sottovalutare gli avversari. 

La Juventus, in primis, resta la squadra da battere. Anche perché, come il Napoli, stà cambiando pochissimo. Occhio anche alle milanes, che stanno spendendo un botto di soldi. 

Un pò più indietro vedo la Roma che, secondo me, faticherà non poco per riconfermarsi ai vertici della classifica. 

I bilanci sono quelli che sono ma il lavor, alla fine, paga sempre e Sarri in questo è maestro. 

Niente tournee, né buffonate mediatiche. Solo lavoro. Tanto lavoro. 

Proprio come le formiche. 

Un lavoro che, alla fine, speriamo possa colmare quella “distanza” che sembra assottigliarsi sempre di più. 

La distanza che vede il Napoli avvicinarsi ad un sogno atteso ormai da tanto, troppo tempo. 
Sergio D’Angelo
#ForzaNapoliSempre

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.