FRANCESI VECCHI VOLPONI

Venerdì ci sono stati i tanto attesi sorteggi per sapere chi contenderà il posto ai gironi Champions al Napoli. Molti speravano nello Steaua Bucarest. Altri inneggiavano allo Young Boys…e alla fine chi ti becchiamo? La più rompiballe delle cinque possibili. Certo, anche l’Hoffenhaim sarebbe stata una squadra tosta. Lo scorso campionato, in Bundesliga, ha dato del filo da torcere un pò a tutte, Bayern incluso. Ora, metabolizzato il primo impatto, che potrebbe apparire come una sorta di maleficio ancestrale, passiamo alle cose serie. La superiorità del Napoli appare abbastanza netta ed evidente, per tutta una serie di motivi. Motivi che vanno dalla differenza sostanziale dei due rispettivi campionati di provenienza, alla spessore tecnico della rosa dei due club. Ovvio. Nel calcio mai dire mai. Ogni partita và giocata, ma da qui a fasciarsi la testa come se il Nizza fosse il Barcellona ce ne vuole. Il Napoli deve affrontare questa sfida con autorevolezza ed umiltà, consapevole delle proprie potenzialità. ma guai a sottovalutare l’avversario. Ecco, diciamo che l’unico ostacolo ai gironi Champions è rappresentato dal Napoli stesso, qualora commettesse, appunto, il grave errore di sottovalutare il Nizza che, al di là delle eccellenti cessioni che potrebbero arrivare in queste ore, è una squadra di tutto rispetto, che corre tanto, gioca un bel calcio propositivo e che tra l’altro oggi inizia il proprio campionato. In tal senso i dirigenti del club hanno subito avviato una (furba) strategia psicologica tipicamente “transalpina”. Una vera e propria campagna vittimistica dove, secondo loro, contro il Napoli non ci sarà competizione, vista la differenza tra le due squadre. Ora, a pensar male si fà peccato, ma non credo assolutamente che il Nizza sia così sprovveduto e inferiore al Napoli e sono più che convinto che il loro obiettivo è quello di apparire una squadretta da quattro soldi per essere, appunto, sottovalutata dagli azzurri. L’approccio alla partita è un aspetto fondamentale nel calcio ed è difficilissimo modificarlo a gara inoltrata, per cui sarà compito di Sarri catechizzare i calciatori affinché scendano in campo come se dovessero affrontare il Real Madrid. A quel punto non credo ci sia partita proprio come dicono (di certo non lo pensano) loro. Sergio D’Angelo #ForzaNapoliSempre

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.